COVID-19. Confesercenti Catania, Ragusa e Siracusa scrivono ai vertici della Camera di Commercio Sud Est Sicilia.

Comunicato Stampa

540

Catania, 02 aprile 2020. Un intervento straordinario del sistema camerale per sostenere le imprese in questo difficile momento storico, mettendo a disposizione almeno 1 milione di euro per rafforzare il fondo rischi del sistema Confidi e per istituire “Voucher Garanzia” per la concessione di contributi a fondo perduto. La richiesta è stata recapitata questa mattina ai vertici della Camera di Commercio del Sud Est Sicilia e porta la firma congiunta del commissario straordinario di Confesercenti Catania, Michele Sorbera e dei presidenti di Confesercenti Ragusa, Luigi Marchi e di Confesercenti Siracusa, Giuseppe Vasques.

“C’è bisogno di interventi di eccezionale portata che richiedono anche al Sistema Camerale – scrivono i tre dirigenti di Confesercenti – azioni che consentano iniziative di maggior supporto delle imprese”. Un intervento previsto dall’art. 125 comma 4 del Decreto Legge n. 18 del 17 marzo 2020 e che potrebbe concretamente aiutare le imprese ad ottenere liquidità, coinvolgendo i principali Confidi e il sistema Bancario.

In particolare, Confesercenti chiede di utilizzare le risorse per attivare due azioni: il rafforzamento del fondo rischi dei Consorzi Fidi operanti in Sicilia con l’obbiettivo di aumentare la percentuale di garanzia offerta al sistema bancario, così da facilitare l’accesso al credito delle aziende;  e l’istituzione di “Voucher Garanzia” per la concessione di contributi a fondo perduto a copertura del costo sostenuto per l’ottenimento di una garanzia rilasciata da un Confidi a fronte di un finanziamento erogato dal sistema bancario o da intermediari finanziari vigilati.

“In momenti come questo – scrivono Sorbera, Marchi e Vasques – è assolutamente indispensabile far sentire a tutte le realtà economiche la vicinanza della Camera di Commercio, con azioni concrete volte a supportare e garantire la continuità delle imprese”.  Alla Camera di Commercio Sud Est fanno capo oltre 200 mila imprese.

 

Ufficio stampa Confesercenti Sicilia